Il social network LinkedIn è uno degli strumenti più utili per cercare lavoro e per rafforzare il proprio brand.

Molti utenti di LinkedIn commettono degli errori che riducono l’efficacia della loro ricerca di lavoro, vediamo quali sono i tre errori principali di chi utilizza LinkedIn.

1 – Usare LinkedIn come il Curriculum Vitae

LinkedIn non è un curriculum vitae. Non bisogna scrivere le stesse cose.

Su LinkedIn non ci sono limiti di spazio che non permettono di scrivere i propri successi. Su LinkedIn è possibile inserire più esperienze lavorative, più dettagli, più corsi svolti etc etc. Questo permette di poterlo utilizzare per aggiungere informazioni al proprio CV.

PS. Ovviamente, per la creazione di un personal branding coerente ed efficace, è utile anche saper selezionare le proprie esperienze in modo adeguato.

2 – Usare LinkedIn come Facebook e Instagram

Se avete letto alcuni articoli di iTalentJob, siete già molto più esperti riguardo la ricerca del lavoro rispetto a chi non si è mai informato. Questo punto è banale, ma molti cadono in questo tranello.

Su LinkedIn bisogna pubblicare soltanto post e fotografie strettamente professionali o collegate al proprio lavoro/ruolo.

Non è consigliato aggiungere contatti senza nessun criterio, soltanto perché la loro foto è molto “interessante”. La regola non scritta dice che si possono aggiungere contatti a noi sconosciuti, purché la richiesta di connessione sia accompagnata da un messaggio personalizzato che spiega il motivo della connessione.

3 – Usare LinkedIn come banale un sito di ricerca del lavoro

LinkedIn non è Monster/Indeed etc.

É vero, ci sono delle aziende che pubblicano le posizioni disponibili all’interno della loro azienda su LinkedIn, però attenzione!

Prima di candidarsi per qualsiasi offerta di lavoro, bisogna lavorare sul proprio profilo. Un profilo appena creato, che è uguale al CV, difficilmente aiuta a trovare il lavoro ricercato.

Adesso ti chiederai…ma come posso usare LinkedIn in modo efficace?

Potremo scrivere un libro su come utilizzare LinkedIn al meglio, ci sono numerosissime funzioni che possono aiutare a trovare un lavoro grazie a LinkedIn.

Oggi vogliamo parlare dei 3 tool che difficilmente conoscevi! (A meno che non sei un LinkedIn master!)

ALUMNI!

Eh?

Questa è una delle funzioni meno conosciute di chi usa LinkedIn. Eppure, è una delle soluzioni più efficaci per trovare lavoro in modo intelligente.

Come trovarla? Facciamo l’esempio della Bocconi…scrivi il nome della tua università, clicca sul tab Alumni in basso a sinistra, ed ecco fatto!

Qui è possibile scoprire molti dettagli interessanti sui tuoi colleghi di università. La feature più importante su che vogliamo spiegarti oggi è la parte sulle aziende in cui lavorano gli studenti della tua università…perché? Semplice, è più facile lavorare nelle aziende che ritengono che la tua università sia un’ottima fonte da cui selezionare nuovi impiegati.

Qui possiamo andare molto in dettaglio. Se stai cercando un

Se sei uno studente della Bocconi e vuoi trovare lavoro a Londra, basterà selezionare la città in cui vuoi trovare lavoro per scoprire la lista delle 15 aziende che assumono più laureati della Bocconi a Londra. Indovina quali sono le prime aziende in cui potrai fare application?

STATISTICHE SUL RUOLO CHE STAI CERCANDO DI OTTENERE

Ad oggi, questa funzione è disponibile soltanto per alcuni profili premium, però ti consigliamo di acquistare l’upgrade se stai cercando lavoro, sono dei soldi ben investiti!

Questa funzione è molto semplice da trovare ed è molto utile per capire che strategia utilizzare per migliorare il tuo profilo e renderlo più adatto al ruolo che stai cercando. Puoi trovare questo grafico sotto ogni lavoro pubblicato su LinkedIn.

Leggendo queste informazioni possiamo estrapolare dei dati importanti per capire la nostra situazione.

1 – Sei nella top 10% di tutti i candidati, ottimo.

2 – Puoi vedere quale dei 3 parametri calcolati da LinkedIn sono i tuoi punti di forza e quali sono invece i punti su cui lavorare.

3 – Puoi capire quali skills dovrai aggiungere alle tue competenze. (Se questa è la verità, ovviamente!)

4 – Potrai adattare il tuo profilo e la tua ricerca in modo strategico in base ai dati contenuti su circa 10 offerte di lavoro con lo stesso ruolo.

SOCIAL SELLING INDEX

Questa è una funzione molto interessante se vuoi capire come migliorare il tuo personal branding.
LinkedIn ti aiuta a capire cosa migliorare per sfruttare al meglio la sua potenza.

Puoi trovare questa funzione qui: https://business.linkedin.com/sales-solutions/social-selling/the-social-selling-index-ssi

Una volta che vai sul link, clicca su “Get your free score”.

Ho iniziato personalmente ad usare questa funzione da qualche giorno, infatti puoi vedere un miglioramento nello score. Questo perchè ho iniziato ad applicare alcuni suggerimenti di LinkedIn collegati a questa funzione.

Il Social Selling Index è una funzione implementata per capire quanto è forte il proprio personal branding su LinkedIn.

Il proprio profilo è suddiviso in 4 parti

1 – Stabilire il proprio personal branding.

2 – Trova le persone adatte

3 – Interagisci con i dati

4 – Crea relazioni

Cliccando su ognuno dei 4 punti, potrai trovare una presentazione di slide share con consigli utili a rafforzare ogni singolo punto.

Questo è un lungo lavoro che richiederà tempo e impegno. Non appena il proprio profilo sarà ottimizzato per LinkedIn, il nostro profilo avrà un vantaggio competitivo molto alto nei confronti dei propri competitor!

Le tre funzionalità mostrate in questo articolo sono fondamentali per creare un profilo LinkedIn adatto alla ricerca del lavoro.

Sarà incredibile vedere che soltanto dopo qualche settimana, non sarai più tu a cercare lavoro su Linkedin, ma saranno i selezionatori e i fondatori delle aziende a cercarti direttamente per proporti offerte di lavoro.

Hai qualche altra richiesta per capire come migliorare il tuo profilo? Scrivi un commento qui giù per farcelo sapere!

A proposito dell'autore

Co-Founder and Brand Reputation Manager
Google+

Hi! I am Tommaso, passionate about digital marketing, travelling and reading business books. I graduated in Public Relations and Corporate Communications in Milan in 2013. I worked for 4 months at the Thai-Italian Chamber of Commerce, whilst exploring the amazing and unique Bangkok nightlife and dive into the blue sea of the marvelous Thai islands. Soon after I started my new adventure as a New Business and Marketing Assistant at pi global in the creative hub in Notting Hill. Despite my busy life I love my iTalentJob project, and together with Marco Aurelio we love to inform, motivate and coach young job seekers in order to bring them a step closer to their dream job.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata